Il responsabile del progetto

Suor Caterina Dolci Suor Caterina Dolci, nata a Bergamo il 27 agosto 1951.

Appartiene all’Istituto delle Suore del Bambino Gesù dall’8 dicembre 1979.

Nel 1986 è stata inviata in Nigeria, dove si trova tutt’ora, nella città di Jalingo.

Informazioni sul territorio

Kona Kona è un piccolo villaggio rurale a 40 Km da Jalingo, capoluogo dello stato di Taraba.

Posizione di Kona in Ngeria Taraba è situato nella regione est della Nigeria ed è uno dei 36 stati che la compongono.

Il suo nome ha origine dal fiume Taraba che lo attraversa. La principale fonte di sostentamento è l’agricoltura e in special modo la coltivazione di caffè, tè e cotone.

È lo stato nigeriano con il più alto numero di gruppi etnici differenti tra cui: i Chamba, i Mumuye, i Mambila, i Wurkum, i Fulani, i Jukun, i Jenjo Kuteb, gli Ichen e i Ndoro.

Descrizione del progetto

Dalle parole di Suor Caterina Dolci:

Suor Caterina Dolci con un bambino Come suore del Bambino Gesù di N. Barrè siamo presenti  da quasi 30 anni in Nigeria, nella zona del Nord-Est del paese, la zona più povera e meno sviluppata della nazione.
In questi anni i nostri sforzi si sono sempre rivolti all’educazione delle persone, dai bambini ai giovani, alle donne e agli adulti in genere, con l’intento di aiutarli a diventare i protagonisti della propria crescita e della propria vita.
Siamo in tutto 17 suore di cui 12 sono nigeriane ed operiamo in tre diverse diocesi, quelle di Jos, di Yola e di Jalingo.
In tutte queste zone in questi ultimi anni si stanno vivendo situazioni difficili a anche drammatiche per via di attacchi, da parte di un gruppo fondamentalista islamico, ai cristiani. Questa situazione non ci distoglie dal nostro impegno educativo ma ci chiama invece ad intensificarlo.

Kona bambina A Kona, il villaggio rurale dove abito, raggiungibile da una strada non asfaltata e polverosa nella stagione secca e fangosa e difficilmente percorribile nella stagione delle piogge, da alcuni anni abbiamo aperto una scuola materna per favorire l’educazione  dei numerosi bambini. Quest'anno la scuola ha accolto 210 bambini  dai tre ai sei anni. Terminata la scuola materna i bambini si iscrivono alla scuola primaria statale del villaggio.

Le condizioni di tale scuola primaria statale tuttavia sono veramente pessime, sia dal punto di vista della struttura (aule senza porte, pavimenti pieni di buchi, soffitti inesistenti o pericolanti ecc.) sia dal punto di vista dell’insegnamento per l’assenteismo dei maestri che, non pagati adeguatamente o non pagati del tutto, sono spesso in sciopero anche per settimane o mesi.

Si è fatta pertanto sempre più urgente e necessaria l’apertura da parte nostra di una scuola primaria gestita da noi per poter continuare a seguire i nostri piccoli alunni.

L'apertura è stata  lungamente richiesta e desiderata dai genitori dei bambini del villaggio che stanno diventando sempre più coscienti dell’importanza di una educazione adeguata per i loro figli.

Kona bambini È così che dal settembre di questo 2012 inizieremo il percorso di scuola elementare aprendo due sezioni di classe prima. Useremo momentaneamente due locali della scuola materna, ma urge la costruzione di tutti i locali per le classi elementari.

Visto il numero degli alunni iscritti, prevediamo due sezioni per ogni classe dei sei anni di scuola primaria.

Ci prefiggiamo di costruire la scuola gradualmente e secondo i fondi che la Provvidenza ci renderà disponibili.

Contiamo di riuscire a costruire un minimo di tre aule per il settembre 2013.

Il costo preventivato per tre aule si aggira attorno ai 3.000.000 di Naira, somma equivalente a circa 15.000 Euro.