Antonia LocatelliCarissimi amici di WebSolidale,

il centro educativo "La Colmena di Santa Rita" (l'alveare di Santa Rita) è al centro di una zona rurale a 5 Km da Tarija (Bolivia), accoglie più di 65 persone di sesso maschile: adulti, giovani e ragazzi con problemi di alcolismo, droga, abbandono, ecc... Alcuni giovani provengono dal carcere minorile, con cui siamo in contatto; l'unico requisito per entrare alla "Colmena" sono il desiderio e la voglia di cambiare vita.

I problemi che li hanno portati a vivere per strada, a volte come rifiuti in mezzo a rifiuti (è lì che li troviamo quando ogni giovedì li andiamo ad incontrare per le strade e sotto i ponti), sono vari: maltrattamenti in famiglia, minacce morali e materiali...

Il centro è per tutti loro, non solo un rifugio, bensì una proposta di vita. Qui imparano un mestiere: falegnameria, metallurgia, panetteria, allevamento di animali da cortile... imparano a fare il giardiniere, l'ortolano... imparano la cura della persona e della casa. I più giovani hanno la possibilità di continuare gli studi.

Non possiamo permetterci di assumere personale specializzato, ma chi sa insegna. Solo una psicologa e un amministratore che funge anche da educatore, anche quest'ultimo uscito dal tunnel dell'alcool, sono stipendiati.

Fino allo scorso anno la regione di Tarija ci aiutava con alimenti, ma quest'anno l'aiuto è venuto meno e ci siamo trovati in difficoltà economiche e quindi nel bisogno di chiedere. La solidarietà, la fratellanza rendono la persona più umana, sicuramente più vicina a Dio: e noi ci crediamo!

Antonia Locatelli

Tarija (Bolivia), 11/10/2016